Lurisia-Ventimiglia: ecco com’è andata

Lurisia-Ventimiglia: ecco com’è andata

Lurisia Terme – Quattro giorni di montagne, cavalli, strade militari, paesaggi.. Quattro giorni di chilometri macinati in sella e a piedi.. Quattro giorni di risate ed emozioni dei partecipanti…Quattro giorni di sole…e di un po’ di pioggia che comunque non ha rovinato l’atmosfera.

Questi gli ingredienti che hanno reso unico il trekking da Lurisia a Ventimiglia, alla sua 3° edizione e nella celebrazione del ventennale dalla prima traversata, con un’organizzazione, oggi come 20 anni fa, da parte de La Canunia di Lurisia centro di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda l’escursionismo equestre.

 

Era il 1999 quando il tragitto venne percorso per la 1° volta, in cinque giorni, da undici binomi. Un itinerario che già allora toccava la Valle Pesio e il Parco Naturale delle Alpi Marittime, per proseguire poi sul confine italo-francese, le montagne della Liguria, la valle Nervia e la Val Roya per poi scendere verso il capoluogo ligure. La seconda edizione, già di 4 giorni, nel 2009.

 

Ed ora la 3°, dal 30 agosto al 2 settembre, con 16 cavalli e cavalieri esperti provenienti da Piemonte e Liguria, 2 Guide e 2 mezzi per l’assistenza (sponsor Car Impex di Villanova Mondovì).

Meta della 1° tappa, con partenza dal Villaggio d’Ardua e salita al Passo del Duca, Gias delle ortiche e Capanna Morgantini, il Rifugio Don Barbera.

 

Il 2° giorno, dopo una mattinata in ascesa verso Colla Rossa, nei pressi del monte Tanarello il gruppo si arricchisce di tre altri binomi partiti dal colle di Nava.

Dopo aver raggiunto la Bassa di Sanson e nel pomeriggio i Balconi di Marta e il Monte Grai, la discesa sulla mulattiera verso il Colle della Melosa, grazie all’ospitalità della “Locanda/Ristorante” Colle Melosa e dell’Agriturismo “Il Rifugio” al Colle Langan.

 

Terzo giorno in discesa verso il lago di Tenarda, pausa pranzo a Pigna e pomeriggio di risalita impegnativo ma senza intoppi verso il passo del Muratone e successivo arrivo a Gouta, con l’omonimo rifugio a fare da posto tappa.

 

Ultimo giorno sullo spartiacque tra Valle Nervia e Valle Roya e successiva deviazione sul sentiero del Balcone Mediterraneo per arrivare, da Torresina lungo una mulattiera, nella splendida Dolceacqua, a pochi chilometri da Ventimiglia.

Prossimo trekking in programma per La Canunia? La Langa ad ottobre, con la tradizionale ma sempre nuova Via dei Vini.

 

Giorgia Ferrero

POST CONSIGLIATI